Federazione Speleologica Umbra

Vai ai contenuti

Menu principale:

La Federazione Speleologica Umbra (FSU) nasce nel settembre 1997 per far fronte alla sopravvenuta mancanza di coordinamento nella speleologia umbra a seguito dell'abrogazione della Legge Regionale per la Speleologia, che decreta fra l'altro la cessazione delle funzioni coordinatrici del Catasto Speleologico Umbro, che cessa di esistere. Aderiscono alla FSU il Gruppo Speleologico Valtiberino CAI con sede a Città di Castello, lo Speleo Club Gubbio e Il CENS di Costacciaro, come dire tutta la realtà speleologica che opera nella fascia appenninica più rilevante dal punto di vista carsico. Alla FSU aderiscono tutti i principali protagonisti della ricerca speleologica umbra, quegli stessi che, dagli anni cinquanta, hanno scoperto, esplorato ed studiato tutte le principali cavità della regione compresi i grandi sistemi sotterranei dei Pozzi della Piana, della Grotta del Chiocchio, del Monte Cucco, vale a dire il 90% dei fenomeni carsici umbri.

La FSU ha come finalità
  • il coordinamento dell'attività speleologica umbra.
  • la gestione del Catasto delle Grotte Umbre (CSU - Catasto Speleologico Umbro).
  • la gestione el Centro Documentazione sul Carsismo dell'Appennino umbro- marchigiano.
  • la cura della Bibliografia Speleologica dell'Umbria.
  • la gestione del Museo-laboratorio virtuale del Parco del Monte Cucco.
  • la gestione delle aule- laboratorio virtuali "Energia & Vita".
  • la promozione delle attività di ricerca speleologica, scientifica ed esplorativa.
  • la realizzazione di documentazione sui fenomeni carsici.
  • la gestione del turismo in grotta.
  • la realizzazione e controllo sistemi di monitoraggio sotterranei e superficiali.
  • la realizzazione di prodotti multimediali sui fenomeni naturali della regione, specie sul carsismo dell'Appennino umbro-marchigiano.

Gli elenchi bibliografici sono in fase d'integrazione, relativamente al periodo 2009 - 2017 



E' possibile scaricare il file .kml (compresso .zip) con la posizione e la quota degli ingressi della cavità elencate (745)
(cliccare, salvare e decomprimere)

Il file decompresso può essere aperto in Google Earth per posizionarvi le cavità contenute nel CSU (coordinate WGS84 e quote).

Attivando la soprastante voce "Catasto Speleologico Umbro" si può accedere alle schede aggiornate delle grotte, in ordine numerico (di accatastamento), alfabetico e per distribuzione comunale (datum ED1959: coordinate in gradi e UTM).

Su richiesta è possibile ottenere il file .wpt con i waypoint degli ingressi delle cavità umbre: utilizzando il programma OziExplorer, si otterrà la localizzazione degli ingressi su carte georeferenziate (dalla scannerizzazione il programma permette di eseguire la georeferenziazione). Da ogni waypoint sarà possibile accedere ai dati e alle descrizioni riportate nelle schede sopra indicate.

Inoltre, inserendo anche l'elenco dei rilievi topografici esistenti, si otterrà il collegamento dei waypoint alle topografie delle cavità. Si sta lavorando per collegarli anche alla bibliografia correlata (che comunque può essere richiesta caso per caso).

 
Home Page | Catasto Speleologico Umbro | Bibiografia Speleologica Umbra | Mappa generale del sito
Torna ai contenuti | Torna al menu Federazione Speleologica Umbra

Federazione Speleologica Umbra

Vai ai contenuti

Menu principale:

La Federazione Speleologica Umbra (FSU) nasce nel settembre 1997 per far fronte alla sopravvenuta mancanza di coordinamento nella speleologia umbra a seguito dell'abrogazione della Legge Regionale per la Speleologia, che decreta fra l'altro la cessazione delle funzioni coordinatrici del Catasto Speleologico Umbro, che cessa di esistere. Aderiscono alla FSU il Gruppo Speleologico Valtiberino CAI con sede a Città di Castello, lo Speleo Club Gubbio e Il CENS di Costacciaro, come dire tutta la realtà speleologica che opera nella fascia appenninica più rilevante dal punto di vista carsico. Alla FSU aderiscono tutti i principali protagonisti della ricerca speleologica umbra, quegli stessi che, dagli anni cinquanta, hanno scoperto, esplorato ed studiato tutte le principali cavità della regione compresi i grandi sistemi sotterranei dei Pozzi della Piana, della Grotta del Chiocchio, del Monte Cucco, vale a dire il 90% dei fenomeni carsici umbri.

La FSU ha come finalità
  • il coordinamento dell'attività speleologica umbra.
  • la gestione del Catasto delle Grotte Umbre (CSU - Catasto Speleologico Umbro).
  • la gestione el Centro Documentazione sul Carsismo dell'Appennino umbro- marchigiano.
  • la cura della Bibliografia Speleologica dell'Umbria.
  • la gestione del Museo-laboratorio virtuale del Parco del Monte Cucco.
  • la gestione delle aule- laboratorio virtuali "Energia & Vita".
  • la promozione delle attività di ricerca speleologica, scientifica ed esplorativa.
  • la realizzazione di documentazione sui fenomeni carsici.
  • la gestione del turismo in grotta.
  • la realizzazione e controllo sistemi di monitoraggio sotterranei e superficiali.
  • la realizzazione di prodotti multimediali sui fenomeni naturali della regione, specie sul carsismo dell'Appennino umbro-marchigiano.

Gli elenchi bibliografici sono in fase d'integrazione, relativamente al periodo 2009 - 2017 



E' possibile scaricare il file .kml (compresso .zip) con la posizione e la quota degli ingressi della cavità elencate (745)
(cliccare, salvare e decomprimere)

Il file decompresso può essere aperto in Google Earth per posizionarvi le cavità contenute nel CSU (coordinate WGS84 e quote).

Attivando la soprastante voce "Catasto Speleologico Umbro" si può accedere alle schede aggiornate delle grotte, in ordine numerico (di accatastamento), alfabetico e per distribuzione comunale (datum ED1959: coordinate in gradi e UTM).

Su richiesta è possibile ottenere il file .wpt con i waypoint degli ingressi delle cavità umbre: utilizzando il programma OziExplorer, si otterrà la localizzazione degli ingressi su carte georeferenziate (dalla scannerizzazione il programma permette di eseguire la georeferenziazione). Da ogni waypoint sarà possibile accedere ai dati e alle descrizioni riportate nelle schede sopra indicate.

Inoltre, inserendo anche l'elenco dei rilievi topografici esistenti, si otterrà il collegamento dei waypoint alle topografie delle cavità. Si sta lavorando per collegarli anche alla bibliografia correlata (che comunque può essere richiesta caso per caso).

 
Home Page | Catasto Speleologico Umbro | Bibiografia Speleologica Umbra | Mappa generale del sito
Torna ai contenuti | Torna al menu